Corri se puoi, cammina se devi e striscia se serve...ma non mollare mai!!!

lunedì 26 marzo 2012

Ferrara marathon 2012 : 3 ore, 23 minuti e 54 secondi con le unghie e con i denti

Ultima domenica di marzo all' insegna dello sport in terra estense con la maratona e la mezza maratona di Ferrara che ha chiamato in città più di 2000 podisti. Già nella giornata di sabato si potevano individuare i tanti atleti accorsi all' evento e tutti avevano il timore di dover correre una gara tanto attesa con un caldo che a dire eccessivo potrebbe suonare come un eufemismo. La mattinata di domenica però si é presentata piuttosto fresca quasi a voler illudere il popolo del running che stava iniziando a riempire la zona del castello Estense. Qualche attimo di confusione dato che quasi fino all' ora dello start non si era ancora capito dove si svolgesse effettivamente la partenza ma alla fine il gonfiabile nero ha preso forma e così tutti i partecipanti si sono ammassati con la solita soluzione caotica che sembra essere diventata un obbligo. Ed ecco che affianco a me 2 podisti discutono se partire a 6'30''/km oppure a 6' ed io a chiedermi quale logica ci deve essere per voler prendere il via in testa alla gara avendo quei presupposti! Chiedo permesso e avanzo. Ore 9:25 partenza dei diversamente abili. Ore 9:30 lo sparo, lo start e una voce femminile a urlare:"VIAAAAAA!". Cuore in gola, nervi saldi e occhio a prendere subito il ritmo con il quale mi ero prefissato di tenere almeno fino al 30° km. Primo tratto lungo viale Cavuor in direzione stazione centrale per arrivare poi a sterzare sulla destra e prendere la strada che porta a Copparo. Il mio ritmo, un tantino troppo allegro, mi fa capire di stare bene e questo mi ha davvero dato grande grinta. Sulla destra mi affianca un missile sardo meglio conosciuto come Fabrizio Etzi che puntava alla mezza maratona. Lo saluto facendolo passare!Finirà la sua gara con un ottimo 1:28:42. Verso il 4° km vengo avvicinato da un atleta dell' Avis di Forlì, Romano se non mi sbaglio, che mi dice:"tu sei quello del blog...ho letto tutto! Anche il post "La mia prima maratona"...complimenti"...Grazie caro atleta dell' Avis di Forlì i tuoi complimenti sono stati davvero molto graditi. Andando avanti ecco il bivio con la mezza maratona a destra e la maratona a sinistra. Così, con un sole già alto, eccomi iniziare un giro di 21 km che mi avrebbe di sicuro illuminato su come affrontare l' ultima parte di gara. Eh già...perché bene o male il mio ritmo rimaneva stabile sui 4'30''/km e qui la voglia di tenere duro e di puntare al 30° km..."poi si ragiona" mi dicevo. Mi dispiace però dover dire che il percorso diventava metro dopo metro sempre più noioso tra campi, canali di acqua e pochissima gente. Pochissima davvero!Diciamo che solo nei primissimi metri di gara si é visto qualcosa ma dopo nulla più. Il passaggio nel piccolo paesino di Malborghetto di Boara e poi ancora campi. Al 10° km altro passaggio nel piccolo centro del paesino di La Pavonara. Si correva in strade molto strette tra i campi e senza nessuno a seguir la gara. Verso il 15° km ho capito che dovevo già cambiare il mio approccio alla maratona. Nei pressi di Francolino ecco che il percorso ha iniziato uno sconfortante tratto sopra all' argine del fiume Po con il sole a piombo e senza uno straccio di ombra. "Adesso-mi dicevo-bisogna puntare a uscire da questa situazione!" ma la cosa non é risultata semplice. I km continuavano ad accumularsi ma si proseguiva sopra a quell' odioso argine caldo, afoso, umido e noioso! Verso il 19° km la luce alla fine del tunnel, grazie ad una svolta secca a sinistra, che regalava la gioia di riprendere a correre su una strada alberata. Incredibilmente però il mio ritmo rimaneva stabile ed il passo medio addirittura sui 4'27''/km ma la spossatezza era alle porte. "Usa la testa Pasteo-mentalmente-Usa la testa!!!" e così la voglia di puntare la mezza maratona e vedere come giravano le gambe!Passaggio ai 21,097 km in 1:34:28 e quindi andavo davvero bene per le mie aspettative. Verso il 25° km nuovo passaggio per Malborghetto di Boara mentre all' orizzonte altri guai stavano per attendere il mio passaggio. Al 28° km ecco che il mio ginocchio sinistro bussa alla mia porta:"sono qui!!!Sono quiiiiiii" sembra dirmi ma io, grazie ad una fascia elastica portata apposta per arginare ilo problema gli ho dato scacco comprendendo che questa sarà una soluzione anche nelle mie future maratone. In compagnia con altri 3 atleti si continuava a correre in modo discreto ma la caldana era davvero massacrante!!!"Dai ragazzi che nel ristoro del 30° km offro io- scherzando-dai che riusciamo a rinfrescarsi"...ma al 30° km il nulla!Lo sconforto mi ha assalito in un attimo e qualche accenno di capogiri alla testa hanno fatto si che mi sembrasse di essere più ad un rave party che ad una gara podistica. Al 31° km il punto di controllo ha segnalato il mio passaggio in 2:21:28 e quindi perfettamente in linea con i tempi azzardati alla partenza ma da qui in poi tutto diventerà pesantissimo! Per prima cosa devo sottolineare la troppa insistenza a far passare gente con le macchine in mezzo al percorso!!!Ma non doveva essere chiuso al traffico???Alla fine i soliti automobilisti maleducati avendo davanti "solo" dei volontari della Protezione civile passavano nonostante i cartelli e i divieti. Ad un certo punto ci siamo trovati con un suv (ma guarda tè...sempre loro mi vien da dire!!!) in mezzo alla strada a far polemiche con un vigile!!! Verso il 33° km tra i campi di Focomorto anche la testa ha iniziato ad abbandonarmi e lo sconforto a salire. In quel tratto ho trovato un podista del Team Montello runners road con il quale ho condiviso dei momenti davvero difficili. Io lo sorpassavo poi lui mi sorpassava e così via tra una situazione che ormai era durissima!!!Una volta guadagnata via Pomposa avevo capito che si stava puntando finalmente per una zona abitata dove magari un po' di pubblico lo si trovava. Beh...appunto:magari! Alternavo momenti di corsa con momenti di cammino a passo veloce ormai mi sentivo cotto e il caldo era impossibile. Al 40° km ristoro sotto un sole cocente con il Gatorade che sembrava una tisana. Il 41° km lo corro soffrendo le ire di Dio mentre in lontananza ecco il castello e la fine di questa durissima impresa. A 500 metri si inizia a rivedere qualche persona interessata alla gara. Al 42° km riconosco la Manuela ma sono in trance quindi curva a destra e ultimo tratto in cui mi dicevo:"sono ancora qui!!!Stanco!Morto...ma ci sono!!!. Faccio ancora in tempo a battere il 5 all' amico Fabrizio Etzi (grazie per le foto) e taglio il traguardo di questa durissima e caldissima gara in 3:23:54. Grande orgoglio ad aver tenuto botta a denti stretti con le unghie fuori come un gatto perché la situazione per tutti é stata davvero una prova nella prova. 10 metri dopo il finish mi becco pure l' intervista con tanto giornalista e di telecameraman che quasi quasi inizio a montarmi la testa. Dopo la classica consegna delle medaglie eccomi ritrovare Fabrizio e la moglie, la Manu, il Drugo che con il suo 1:23:43 circa si é meritato il mio "tanto di cappello". Il caldo comunque ha dato davvero grande filo da torcere oggi su di un percorso un tantino noioso e con scarsa partecipazione da parte della gente ferrarese. Questa non vuole essere una polemica verso l' organizzazione che di certo avrà dato il massimo ma spero che anno dopo anno la maratona di Ferrara possa avere più interesse da parte di tutti e che magari si snodi in un percorso che passi in centri abitati più grandi. Dedico come sempre questa mia nuova esperienza a mio papà che da lassù di sicuro starà parlando di quel suo figlio maratoneta che 8 anni fa pesava 100 kg!!!Ciao papà sei sempre vivo dentro al mio cuore!

Pasteo vi saluta e vi augura good run

17 commenti:

Drugo ha detto...

Bravissimo Alberto. Un'altra medaglia è portata a casa, il fatto di aver terminato la gara nonostante le difficoltà ed il caldo è un ulteriore motivo di orgoglio.

E comunque per me è un NO!
: P

maxmontello ha detto...

La prima cosa che ho pensato domenica è stata: " troppo caldo.." si è cotto anche il mio amico del Montello Runners. BRAVO anzi BRAVI sempre e cmq 42.195 mt!! A presto

rincodrillo ha detto...

Bravissimo e complimenti, avanti sempre così!!!!!

GIAN CARLO ha detto...

Ormai in primavera il caldo è sempre in agguato.
Anche a Roma il termometro era troppo in alto... non ci restano che le maratone del tardo autunno.

Ale57 ha detto...

Col caldo io soffro maledettamente: immagino le difficoltà che hai superato eroicamente. Grande gara e ottimo risultato!

Anonimo ha detto...

ciao pasteo e complimenti per il tempo ottenuto a ferrara. Ero presente anchio e la cosa che piu mi ha fatto infastidire sono stati i ristori, anche la peggior garetta della nostra provincia è più rifornita! per non parlare di quello finale! questa gara non la consiglio, monotona e mal organizzata.
ciao Francesco68

Tosto ha detto...

sei un grande! bella anche la dedica finale :)
ciao bello

lello ha detto...

complimenti pasteo hai tenuto bene con la testa ,sei un grande ....oramai sei famoso ti chiederanno anche gli autografi in corsa
peccato per i soliti problemi delle organizzazioni e automobilisti incivili , magari fossero tutte le gare come treviso come tifo pubblico e accoglienza
p.s certo che tuo papa' e' soddisfatto del suo campione e della sua juve

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Drugo Garzie sia per i complimenti che per la simpatia...

@ maxmontello Davvero feroce la situazione domenica a Ferrara. Salutami il tuo compagno di team...

@ rincodrillo Grazie del gentile commento.

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Giancarlo Puoi dirlo forte! Domenica però mi é sovvenuta l' edizione della Treviso marathon del 2009 con pioggia torrenziale e temperatura fissa sui 7 gradi. Le stranezze climatiche in cui da anni ci troviamo sono preoccupanti e non per il fatto di correre. Ciao

@ Ale57 E' stata davvero un prova e ad un certo punto mi sono chiesto se davvero ne valesse la pena...poi sono arrivato al 42°km e tutto é cambiato. Ciao e grazie della tua simpatia

@ Francesco68 Eh già...anch' io mi sono fatto qualche domanda. Però non mi sono sentito di criticare in modo troppo aspro l' organizzazzione dato che da quel che ho capito ce l' hanno messa tutta. Spero per loro che negli anni la corsa migliori. Tu come hai finito?Ciao e magari ci si incotra in un' altra maratona...

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Tosto Tutti noi Amatori con la A maiuscola siamo dei grandi!!!Ciao beo ci si vede presto!!!

@ lello Mi é venuta in mente tante volte durante la gara sia Treviso che Venezia. Pensando ai tanti paesi vestiti a festa, le bande folkloristiche, i gruppi rock e il grande tifo. Va bene comunque dai é di sicuro un' altra grande esperienza. Grazie per le tue parole su mio papà. Ciao

Peo El Roverso ha detto...

Ciao e complimenti per la maratona!
Quando ti ho visto l'altra mattina mi son detto ma chi è questo fulmineo? Poi il Drugo mi ha detto è un bloggher ed è un grande.
Allora mi son detto non può essere diversamente: è un fulmineo!
Credo anch'io che tuo padre sia fiero della tua prestazione! Grande!
Peo.

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Peo Grazie vècio per me essere un "fulmineo" ad honorem é un onore nel vero senso della parola. Purtroppo il caldo ci ha tagliato le gambe ma i fulminei devo issare la bandiera della muerte a tutti i costi come dice il presidente Bressdicorsa. Si...mio papà di certo sarà orgoglioso. Ciao e magari la prossima volta riusciamo a trovare un pò di tempo per presentarci meglio. Ciao e ancora grazie

federico e antonella ha detto...

bravo alberto , il tuo commento mi fa pensare che domenica a russi ci sarà ancora piu' caldo e quindi da studiare un piano di corsa adeguato , non certo a fare il tempone ma un buon allenamento senza soffrire .
importante è sempre divertirsi,ciao.

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Federico e Antonella Eh si...il caldo rende le cose difficili specie se non si é abituati. Hai ragione che divertirsi é la cosa più importante. Ciao bei buone corse

Anonimo ha detto...

Grande Pasteo,
complimenti per la tua gara,peccato per la crisi che hai avuto nel finale...
Ferrara è stata la mia prima maratona chiusa in 3.40 (secondo me discreto tempo visto che corro seriamente da 15 mesi).
Concordo con te e gli altri amici del blog sulla pochezza del pubblico presente lungo le strade,ma purtroppo noi della zona siamo abituati al menefreghismo della gente di queste parti a qualsiasi evento sportivo organizzato nella nostra citta...
Spero di incontrarti presto a qualche manifestazione più affollata...
Se sei appasionato anche di gare meno lunghe ti consiglio la 11 ponti di Comacchio...veramente imperdibile...

Luca G.P.D. Salcus

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

@ Luca G.P.D. Salcus Se ti fa piacere ho bazzicato per anni Ferrara nei primi anni 90 e nutro ancora grande simpatia sia per la città che per i ferraresi. Una gara più corta verso Comacchio? MAIALLL potrei anche tenerla in considerazione. Ci si vede presto...almeno spero. Ciao e grazie

Responsabilità

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.

Trevisomarathon

Loading...

Venicemarahon

Loading...

Milanocitymarathon

Loading...

New York city marathon

Loading...

Podismo

Loading...